Pompe monoblocco multistadio Verticali - Tubi industriali ingrosso acquedotti Sicilia forniture Palermo

Vai ai contenuti

Menu principale:

Tormac > Pompe
 
Pompe monoblocco multistadio Verticali (Serie TV)

Le Pompe centrifughe multistadio verticali serie TV sono non autoadescanti, con aspirazione assiale e disponibili con diversi tipi di connessioni di porta, ovvero 1) flangia circolare standard NEMA 2) flange standard ovali  NEMA 3)flange atte all'accoppiamento PJE. Tutti i componenti di queste pompe lubrificati, come giranti, diffusori e albero, sono resistenti alla corrosione dell'acciaio inossidabile AISI e progettati per fornire il miglior rendimento idraulico possibilePoiché girante dell'albero, diffusori e altri componenti vitali della pompa sono fatti in acciaio inossidabile AISI 304/316di alta qualità, queste pompe possono essere utilizzate per pompare grandi quantità d’acqua, piuttosto igienica, da utilizzare in sistemi di acqua potabile.  Gli anelli e le guarnizioni impediscono perdite al corpo intermedio in alta pressione. La chiusura ermetica è realizzata in ceramica e grafite di carbonio per garantire affidabilità e facile sostituzione. Queste pompe sono affidabili, facili da installare e ad alto comfort dell'utente.
 
Le Pompe centrifughe multistadioverticali Tormac sono alimentate da un motore a induzione, completamente chiuso e raffreddato ad aria, adatto ad un servizio continuo. Lo statore del motore è costituito da strati di acciaio inossidabile a basso consumo/ perdita di Watt assemblati sotto pressione e bloccati rigidamente nel telaio. Il rotore dinamico equilibrato garantisce prestazioni libere da vibrazioni e rumorosità. L'avvolgimento impregnato di vernici in filo di rame smaltato offre un'ottima resistenza.
 
Un'asta di ampie dimensioni in acciaio qualità e precisamente posizionata a terra è utilizzata per trasmettere la potenza nominale/stimata.Inoltre la costruzione delle componenti del motore e l'utilizzo di materiali di qualità comportano alte prestazioni a basse temperature, aumentando il ciclo di vita del motore.
Torna ai contenuti | Torna al menu